GAVARDO: ROSA 18,34, RIPARELLI 10.24

Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) e Jacques Riparelli (Aeronautica) mettono a segno gli acuti più brillanti del 7° Meeting di Gavardo (BS) – 3° Memorial Max Corso. 

La primatista nazionale del getto del peso si lascia alle spalle un inverno segnato da problemi fisici che l’avevano costretta anche a saltare i Mondiali Indoor di Istanbul e riparte da un convincente 18,34. Misura di 4 centimetri superiore al minimo olimpico A (18,30), dopo che la 29enne veneta aveva già ampiamente confermato quest’anno i 17,30 richiesti dallo standard B per Londra. Oggi per lei una gara con 5 lanci su 6 oltre la soglia dei 18 metri: 17,92, 18,32, 18,21, 18,34, 18,30, 18,06. A Riparelli è bastata, invece, solo la batteria. L’aviere ha, infatti, centrato subito un 10.24 (+0.3) sui 100 metri che, oltre a consolidarlo al numero uno nelle liste italiane stagionali, è di 4 centesimi inferiore al crono richiesto (10.28) dai criteri federali per i prossimi Europei di Helsinki.

Statisticamente pareggia la sua seconda miglior perfomance di sempre nello sprint ad appena un centesimo dal personal best (10.23 nel 2008 a Pergine Valsugana). Sia lui che Chiara Rosa torneranno in gara il 31 maggio a Roma per il Compeed Golden Gala.
Nei 1500 conferma in 3:39.48 dell’italo-marocchino AbdellahHaidane (NA Fanfulla Lodigiana) che si era recentemente migliorato a 3:39.11, e di nuovo sotto i 3:40.00 del minimo di partecipazione per la rassegna continentale in Finlandia. Tornando ai 100 metri, la vittoria nella finale va al vicecampione europeo under 23 Micheal Tumi(Aeronautica), 10.48 (+0.8) dopo il 10.53 (+.1.8) delle batterie dove Roberto Donati (Esercito) aveva corso in 10.45 (+1.5). Giro di pista al poliziotto Isalbet Juarez, 46.74. Sui 200 metri femminili, la promessa Gloria Hooper (Forestale) è la più veloce delle qualificazioni in 23.74 (+2.0) seguita dalla junior di origine nigeriana, Judy Ekeh (Reggio Event’s) al traguardo in 23.80, ma con alle spalle vento a +2.3. In finale, quindi, assolo della Hooper, vincente in 23.69 (+1.0).
Fabrizio Schembri (foto Colombo/FIDAL)Fabrizio Schembri (foto Colombo/FIDAL)
Dalla pedana del lungo la primatista svizzera Irene Pusterlastampa nella sabbia un 6,43 ventoso (+2.6) e un 6,17 regolare (+1.8), mentre al maschile su tutti Alessio Guarini (Fiamme Oro) che firma un balzo da 7,83 (+0.7).
Nella serie speciale dei 1500 riservata agli atleti paralimpici, Annalisa Minetti, la cantante non vedente vincitrice del Festival di Sanremo 1998, ha stabilito, guidata da Andrea Giocondi, il record mondiale classe T11, 4:50.55. Il precedente primato apparteneva alla ceca Miroslava Sedlackova che alle Paralimpiadi di Pechino aveva corso in 4:53.78.

HENGELO: SCHEMBRI SECONDO, APOSTOLICO 58,51 – Ai FBK-Games (World Challenge IAAF) di Hengelo (Olanda) secondo posto per il triplista Fabrizio Schembri (Carabinieri) atterratto a 16,74 (0.0). Successo al britannico, vicecampione olimpico ed ex iridato della specialità, Phillips Idowu, autore di un imbattibile 17,31 (+1.0). Nel disco, Tamara Apostolico (Camelot) torna sulla pedana dove nel 2007 aveva vinto il bronzo degli Europei Juniores, confermandosi sulla scia del recente exploit (59,50) di Spalato. Oggi l’azzurra ha lanciato 58,51, piazzandosi sesta nella gara vinta dalla polacca Zaneta Glanc con 64,71. [RISULTATI/Results]

File allegati:
– Gavardo – RISULTATI/Results
– VII MEETING CITTA’ DI GAVARDO

FONTE FIDAL

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre