GOLDEN GALA: MEZZOFONDO DA STAR CON CHERUIYOT, KEMBOI E SEMENYA

Non solo le frecce dello sprint, giovedì 31 maggio, al Compeed Golden Gala. Se il rettilineo sotto tribuna Monta Mario sarà il regno che il fenomeno Usain Bolt si contenderà con Asafa Powell, Christophe Lemaitre e Kim Collins, l’anello rosso dello Stadio Olimpico sarà l’arena dei big del mezzofondo della terza tappa della Samsung Diamond League.
E’, infatti, atteso a Roma un cast di atleti titolatissimi come la triplice iridata 2011 (cross-5000-10000) Vivian Cheruiyot sfidata nei 5000 dall’ex primatista mondiale Defar, il campione dei 3000 siepi Ezekiel Kemboi “braccato” da un terzetto di tembili avversari e l’olimpionica degli 800 Pamela Jelimo opposta a Jepkosgei e Semenya.  


5000 donne –Spettacolo annunciato dalla gara più lunga del programma del Compeed Golden Gala 2012: al via la keniana Vivian Cheruiyot(14’20″87, terza di sempre), oro a Daegu sull’asse 5000-10000 metri, l’etiope Meseret Defar(14’12″88, seconda di sempre e ex-primatista mondiale), che ha vinto le Olimpiadi a Atene (anche bronzo a Pechino) e il titolo mondiale a Osaka (oltre a quattro titoli mondiali indoor), l’altra etiope Gelete Burka(14’31″20), due ori mondiali nel cross e uno indoor sui 1500, e Sylvia Kibet (due argenti mondiali a Berlino e Daegu per il Kenya dominatore). I confronti diretti parlano chiaramente a favore della Defar, che guida 11 a 4 sulla Cheruiyot, 12 a 2 sulla Kibet e 8 a 0 sulla Burka. Vivian Cheruiyot si è imposta 18 volte su 20 sulla Kibet e una sola volta sulla Burka, che frequenta più spesso distanze minori, ma è in vantaggio 3 a 1 sulla Kibet. 

3000 siepi uomini –Attenzione al favoloso “poker” di kenyani di prima grandezza, composto da Koech, Kemboi, Mateelonge Kipruto, e al francese Mekhissi-Benhabbad. Ezekiel Kemboi (7’55″76 di primato personale) è il campione olimpico di Atene 2004 e ha sempre vinto una medaglia nelle ultime cinque edizioni dei campionati del Mondo, conquistando due ori a Berlino e Daegu. Paul Kipsiele Koech (7’56″37, ottenuto a Roma nel 2005), vanta all’aperto il bronzo olimpico di Atene e ben otto delle trentadue prestazioni complessive della storia sotto gli otto minuti. Brimin Kiprop Kipruto ha già vinto una Olimpiade (a Pechino) ed è stato vice-campione olimpico a Atene. Ai Campionati del Mondo vanta un titolo mondiale (a Osaka), un argento e un bronzo. Lo scorso anno ha quasi eguagliato il primato del mondo di Shaheen (7’53″63), fallendo l’impresa per un solo centesimo di secondo. Richard Mateelong è l’ultimo specialista in ordine di tempo ad essere sceso sotto la soglia degli 8 minuti, a Doha l’11 maggio (7’56″81). Il suo palmarès conta tre medaglie importanti: un bronzo olimpico a Pechino, un argento e un bronzo ai Campionati del Mondo. Per il francese Mahiedine Mekhissi-Benabbad (8’02’09”, seconda prestazione europea di sempre), tre medaglie “pesanti”: l’oro europeo di Barcellona, l’argento olimpico di Pechino, il bronzo iridato di Daegu. E’ anche il detentore della miglior prestazione di sempre sui 2000 siepi con 5’10″68. Negli scontri diretti trionfa Kemboi, che si è imposto su Kipruto 25 volte su 35 confronti, e conduce inoltre 27 a 19 su Koech e 24 a 10 su Mateelong. Paul Kipsiele Koech è in vantaggio 24 a 15 su Kipruto e 26 a 7 su Mateelong, il quale perde da Kipruto (21 a 16). Mekhissi perde 3 a 1 da Koech e 7 a 0 da Kipruto, ma conduce le sfide su Kemboi (5 a 2) e su Mateelong (5 a 3).

800 metri uomini – L’atleta più atteso è il polacco Marcin Lewandowski, il campione d’Europa di Barcellona 2010: un personal best di 1’43″84, Lewandowski ha corso due delle sue quattro gare più veloci sul suolo italiano (a Rieti), dove però non ha mai vinto nel corso della carriera. Contro il polacco, ci sarà il forte britannico Andrew Osagie, vincitore della medagia di bronzo ai Campionati del Mondo indoor di Istanbul. Al debutto stagionale, nella prima tappa della Samsung Diamond League a Doha, ha subito migliorato il primato personale con 1’44″64. Scontri diretti: conduce Lewandowski quattro a zero.

800 donne –Una delle gare di più alto livello del programma del Compeed Golden Gala, grazie all’iscrizione di quattro formidabili atlete: Pamela Jelimo, la kenyana che a soli 18 anni e mezzo ha vinto il titolo olimpico a Pechino e stabilito cinque record mondiali juniores. Forte di un primato personale di 1’54″01 (la miglior prestazione da 29 anni), quest’anno è tornata in auge conquistando l’oro ai Campionati Mondiali indoor di Istanbul. L’altra kenyana di vertice protagonista allo Stadio Olimpico sarà Janeth Jepkosgei, un personal best di 1’56″04, tempo con cui vinse l’oro ai Campionati Mondiali di Osaka. Abituata ai podi importanti, è stata argento ai Giochi di Pechino, argento mondiale a Berlino e bronzo mondiale a Daegu. L’altra star africana sarà Caster Semenya, che a Berlino 2009 ha ripercorso le imprese della Jelimo nel 2008. Ancora junior, ha vinto il titolo mondiale in 1’55″45 (primato personale), confermandosi due anni dopo a Daegu con la medaglia d’argento. Per finire una russa, Mariya Savinova, campionessa del mondo e campionessa europea in carica, che vanta l’55″87 che le permise di affermarsi a Daegu nel 2011.

1500 donne –Allo Stadio Olimpico si confronteranno le stelle della “new generation” del mezzofondo: ai Mondiali indoor di Istanbul l’etiope Genzebe Dibabaha vinto i 1500 metri e la kenyana Hellen Obiri i 3000 metri. Si sono incontrare quattro volte, è il bilancio è in parità, pur se nelle ultime due occasioni ha prevalso la Dibaba, forte del recente 3’57″77 ottenuto nella Samsung Diamond League di Shanghai battendo proprio la Obiri (quarta). Il “terzo incomodo” è Mariam Yusuf Jamal(3’56″18), stella del Bahrain con due ori mondiali conquistati a Osaka e Berlino, che nei confronti diretti è in pareggio con la Obiri ma perde 2 a 1 dalla Dibaba. Al via anche la leader mondiale 2011 Morgan Uceny (Stati Uniti), che nel bilancio dei confronti diretti, grazie ad un 2011 da protagonista, è in vantaggio su tutte.

TV –Il Compeed Golden Gala verrà trasmesso in diretta su RAI 3 dalle 21:05 alle 22:35.

BIGLIETTI Prosegue la vendita dei biglietti per il Compeed Golden Gala, con quattro categorie di prezzo. Si va dai 5 Euro per Curve e Distinti (con eccezione dei Distinti Arrivi), fino ai 30 Euro della Tribuna Monte Mario lato arrivi. I biglietti possono essere acquistati sul sito internet di TicketOne, la ticket company del Compeed Golden Gala, all’indirizzo www.ticketone.it, nei punti vendita autorizzati, e presso la biglietteria del Parco del Foro Italico.

PAGINA FACEBOOK UFFICIALE: http://www.facebook.com/goldengala

(Fonte Fidal)

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
C’era una vola la Torino – Saint Vincent.
LA MEZZA DI TREVISO OLTRE I 2.200 ISCRITTI
RDS radio partner della 32^ Huawei Venicemarathon
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL