39 NUOVI ISTRUTTORI PER L’ATLETICA ALTOATESINA

Livello alto al primo corso in Alto Adige dal 2004 / Bonamico: “Tecnici di qualità garantiscono forti atleti anche in futuro”

L’Alto Adige in proporzione al numero degli abitanti fornisce parecchi atleti di livello internazionale  del calibro di Alex Schwazer oppure Silvia Weissteiner. Questo risultato è anche merito di alcuni allenatori molto qualificati. Da qualche giorno ci sono 39 nuovi istruttori come l’azzurro Lukas Rifesser e diversi altri che in passato hanno portato la maglia azzurra. 

“Non avrei mai pensato ad un interesse ed uno standard particolarmente alto – dice il presidente della Fidal altoatesina Armin Bonamico. Per noi come comitato regionale è stata una delle iniziative più importanti degli ultimi anni. Ora ci rimane solo la speranza di rivedere questi istruttori in pista oppure in pedana per garantirci atleti di alto livello anche in futuro.”

La formazione degli allenatori in Italia dopo l’ultima riforma è diventata molto impegnativa. Si inizia col istruttore per passare poi all’allenatore attualmente ca. 25 in Alto Adige). 39 corsisti a maggio hanno ottenuto il brevetto di istruttore al primo corso tenuto in Alto Adige dal 2004. Tra questi ci sono anche gli (ex) azzurri come Lukas Rifesser, Christian Neunhäuserer, Paolo Valt, Hubert Indra, Irene Senfter oppure alcuni che sono già attivi come “insegnanti di atletica” com Erika Niedermayr Indra e tanti altri.

Tutto è iniziato lo scorso autunno con una parte teorica di 20 ore. Ad aprile e maggio poi, i corsisti hanno fatto un tirocinio di 20 ore da un esperto allenatore – tra i quali Bruno Cappello, responsabile nazionale delle prove multiple, il fiduciario tecnico Karl Schöpf e Pierluigi Putzu – ed altre 60 lezioni con un misto tra teoria e pratica. “Sono rimasto sorpreso dall’alto livello del corso – afferma Schöpf – perché l’80 per cento ha passato l’esame scritto senza nessun errore. È stato un corso molto utile, perché il nostro obiettivo è di addestrare e non di allenare i giovani.”
FONTE FIDAL


Lascia un commento

Freelifenergy
Il recupero e la regola delle 4 R
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
#pastaparty
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!