TROST DA RECORD

Alessia Trost ha illuminato la prima giornata della Fase Regionale dei Societari  assoluti disputata nelle diverse sedi in tutti gli angoli dell’Italia. Nella sede friulana di Gorizia la campionessa del mondo under 18 di Bressanone 2009 e vice campionessa olimpica da allieva ha valicato l’asticella alla misura di 1.92, un centimetro in più rispetto al precedente primato nazionale juniores stabilito da Elena Vallortigara che nel 2010 realizzò 1.91 a Annecy in occasione del Decanation.
di Diego Sampaolo


L’allieva di Gianfranco Chessa ora in forza alle Fiamme Gialle dopo essere cresciuta nella Brugnera Friulintagli fa il bis di primati italiani juniores dopo che nel corso dell’inverno aveva battuto il record italiano al coperto con 1.91.
Nella gara odierna ha superato la misura del record a 1.92 al terzo tentativo dopo aver superato tutte le misure precedenti (1.69, 1.76, 1.79, 1.82 e 1.87) al primo colpo. Ha poi fallito tre prove a 1.95. La misura odierna vale il minimo per i Mondiali Juniores e per gli Europei assoluti di Barcellona.
La prima giornata della fase regionale ha visto gareggiare tanti atleti azzurri che hanno effettuato un primo test agonistico sulla strada che porta agli Europei di Helsinki e alle Olimpiadi di Londra. I risltati più interessanti arrivano dalla sede lombarda di Busto Arsizio dove si stanno disputando le gare maschili. Su tutti i risultati spicca il 16.97 nel salto triplo di Fabrizio Schembri. 
Sempre nella sede lombarda Abdellah Haidane,  mezzofondista di origini marocchine ma ormai cittadino italiano, ha stabilito il record personale correndo i 1500 in 3’39”11 e ha centrato il minimo per gli Europei di Helsinki. Una bella soddisfazione per Giorgio Rondelli che lo segue alla Pro Patria Milano. Fabio Cerutti è tornato per l’occasione a gareggiare con la maglia verde della Riccardi e ha regalato al club milanese un bel successo nei 100 metri in 10”47 superando i compagni di squadra Giuseppe Aita e Giovanni Tomasicchio. Ha debuttato anche il bergamasco Marco Vistalli che ha fermato il cronometro in 46”50. Bella sfida nei 110 ostacoli dove Lorenzo Perini dell’Osa Saronno, campione alle Giornate Europee della Gioventù Europea, ha avuto la meglio sul lombardo  di origini ivoriane Hassane Fofana per appena due centesimi in 14”14. 
A Lodi nella sede femminile lombarda i risultati più significativi sono arrivati dal salto in alto dove Chiara Vitobello ha battuto Raffaella Lamera per un numero minore di errori con la stessa misura di 1.84 e dai 400 metri dove Marta Milani si è imposta per cinque centesimi su Chiara Varisco in 54”71.  
Nella sede ligure di Savona il fresco primatista dei 110 ostacoli Emanuele Abate ha migliorato il suo record personale sui 100 piani con il tempo di 10”52. Sempre a Savona Silvia Salis ha ottenuto un facile 66.48 nel martello. Meno fortuna sul piano cronometrico per l’altra primatista italiana degli ostacoli Marzia Caravelli che ha dovuto combattere con un muro di vento contrario di -3.5 m/s che ha frenato la sua prestazione (12”02) a Oristano dove ha gareggiato con la maglia del Cus Cagliari.
Di ottmo livello anche i risultati della sede laziale al Raul Guidobaldi di Rieti dove Jacques Riparelli corre in 10”31 mancando di due centesimi il suo fresco record stagionale stabilito a inizio stagione. Brilla anche il giovane reatino Lorenzo Valentini che ha fermato il cronometro in 46”64 stabilendo il suo nuovo personale. Flavia Battaglia scende per la terza volta in questa stagione sotto il minimo per i Mondiali Juniores di Barcellona correndo in 54”47.
A Campi Bisenzio Audrey Alloh ha tolto tre centesimi al suo record personale sui 100 metri e manca di pochissimo il minimo per gli Europei di Helsinki.  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO