IL MULTISPORT: BENEFICI E UTILITA’ PER IL PODISTA

di IGNAZIO ANTONACCI


Negli ultimi anni si sta verificando un fenomeno molto marcato tra il mondo della corsa, tanti podisti stanno provando la muntidisciplina , il multisport, sicuramente non per moda, ma per una serie di motivi che hanno spinto tanta gente a integrare i propri allenamenti di corsa con altre attività. Il concetto è sempre lo stesso del Cross Training, e ne abbiamo parlato in diversi articoli, la necessità di dare stimoli differenti al proprio organismo in toto, sia se si parla di corpo (condizione fisica ) e sia se si parla di mente (motivazioni).

Alternare diverse attività, diverse discipline durante la settimana di allenamento, permette di ottenere notevoli benefici per la salute e benessere generale, premesso sempre che stiamo parlando di “amatori” e non di professionisti del running. Questi Beneficisi possono racchiudere in (chi ha già provato questo modo di allenarsi avrà vissuto sulla propria pelle questi benefici ) :

·          Miglior armoniosità del corpo: un corpo abituato ad allenarsi in maniera armonioso e completo, inserendo nel proprio programma attività che impegnano diversi distretti muscolari, come possono essere nuoto, bici, corsa, potenziamento in palestra, attività di fitness, ottiene notevoli miglioramenti dal punto di vista estetico e posturale. Lo sviluppo avviene in maniera ottimale , gambe e core stability per corsa , gambe per la bike, braccia e gambe per il nuoto, tonificazione generale con il potenziamento e altre attività.
·          Allenamenti quotidiani e regolari: allenarsi con la multidisciplina , il multisport, non fa altro che permettere al nostro organismo di riposare allenandosi, nel senso che prendendo in considerazione diversi distretti muscolari, il corpo allenta la tensione su determinati parti del corpo, e si allena sfruttando altre potenzialità e distretti. Esempio, se un giorno effettuo allenamento di corsa, e l’altro giorno inserisco nuoto, in questo modo le gambe possono riposare in acqua allenandosi in assenza di gravità, e al tempo stesso si migliora resistenza generale e potenziamento spalle.
·          Miglior mantenimento peso corporeo: sempre facendo riferimento al punto precedente, allenandosi tutti i giorni, anche poco al giorno, permette di mantenere attivo il metabolismo , e in questo modo il consumo calorico è più elevato, migliorando il proprio peso corporeo, senza avere necessità di diete drastiche o di mantenimento. Tenete presente che il miglior modo per dimagrire e mantenere il metabolismo elevato è innalzare impegno attività fisica quotidiana, visto che dal punto di vista alimentare non possiamo limitare drasticamente introiti calorici.
·          Minor infortuni e momenti di stop: alternare diverse discipline , non mi stancherò a dirlo, permette di ottenere notevoli miglioramenti dal punto di vista dei minor infortuni e quindi minor momenti di stop dall’attività fisica. Alternare diverse discipline, diverse attività, far riposare attivamente determinati distretti muscolari, articoli e tendinei, permette di ottenere questo importante beneficio per il nostro organismo. Questo è fondamentale per chi ha voglia di fare sport, di fare del movimento per molto tempo della propria vita , quindi significa longevità sportiva e benessere generale.
·          Miglior condizione fisica: come ben sapete allenarsi più giorni , sempre rispettando la propria condizione fisica, permette di ottenere notevoli risultati dal punto di vista condizionale, sia per gli aspetti cardiovascolari e sia muscolari. Un organismo abituato ad allenarsi diversi giorni durante la settimana sicuramente renderà al meglio rispetto a chi si allena 2-3 volte a settimana. Quindi non è da trascurare il concetto della multidisciplina per quanto concerne il miglioramento condizionale di un determinato sport, come potrebbe essere il running.
ORGANIZZAZIONE E UTILITA’ MULTISPORT
E’ importante capire che nel momento in cui andiamo a prendere la decisione di svolgere diverse discipline, diverse attività  nell’arco della settimana , dei mesi, è opportuno che tutti sia organizzato al meglio per incastrare gli allenamenti nel modo giusto per evitare comunque sovraccarichi che potrebbero esserci. Ideale potrebbe essere benissimo la regola di fare almeno un giorno di riposo completo dell’attività fisica, che potrebbe essere impostato a metà settimana , il giovedì. Ma vediamo come poter organizzare al meglio la programmazione dell’allenamento. E’ ovvio che possiamo benissimo organizzare la nostra preparazione in base al periodo di allenamento, in questo caso riusciamo a gestire al meglio, sia la necessità di ottenere ottime prestazioni nello sport principale (la corsa ) e sia la necessità di allenarsi in maniera completa. Allora cos’ì facendo possiamo pensare alla nostra preparazione come segue, suddividendola in :
1.        Periodo Generale
2.        Periodo Fondamentale
3.        Periodo Specifico
4.        Periodo Agonistico
Nel periodo generale possiamo tranquillamente inserire allenamenti per la multidisciplina, possiamo inserire sedute di allenamento molto vario, anche di sport che non riguardano la nostra principale disciplina, ove andremo a  gareggiare. Quindi possiamo tranquillamente utilizzare il concetto di Cross Training , inserire sedute di palestra, corsa, nuoto, bike, attività di fitness, tutto quello che a voi piace svolgere. Ecco di seguito uno schema di programmazione periodo generale utilizzando il concetto del multisport.
1
Corsa lenta
Nuoto+ palestra
Spinning
riposo
Corsa intervallata
Nuoto + palestra
Lungo Lento
2
corsa lenta
Nuoto+ palestra
Mountainbike
riposo
Corsa intervallata
spinning
Medio
3
Corsa lenta
Nuoto+ palestra
Spinning
riposo
Corsa intervallata
Nuoto + palestra
Corto Veloce
4
Corsa lenta
Nuoto
corsa lenta
riposo
nuoto
Mountainbike
Lungo lento
Nel periodo fondamentale si può ancora allenarsi in maniera globale e generalizzata inserendo sedute sulla multidisciplina, ma al tempo stesso è opportuno iniziare a inserire delle sedute specifiche per la gara di corsa che stiamo preparando. Quindi possiamo sempre allenarci 5-6gg alla settimana aumentando la quantità dei carichi allenanti , ma inserendo anche qualche allenamento di qualità in più per migliorare la condizione fisica specifica. Ecco di seguito un esempio di programmazione nel periodo fondamentale sempre col concetto di allenamento multidisciplinare.
1
Corsa lenta
Nuoto+ palestra
Bike da strada
riposo
Ripetute pianura
Nuoto + palestra
Medio
2
Fartlek
Nuoto
Mountainbike
riposo
ripetute in salita
spinning
Corto Veloce
3
Corsa lenta
Nuoto+ palestra
Bike da strada
riposo
Ripetute Pianura
Nuoto + palestra
Lungo
4
Fartlek
Nuoto
corsa lenta
riposo
nuoto
Bike da strada
Medio
Nel periodo specifico invece possiamo tranquillamente eliminare qualche seduta di allenamento delle attività collaterali alla corsa, in linea di massima si va a distribuire meglio la quantità dell’allenamento specifico per la corsa, con quello generale delle altre attività. E’ fondamentale concentrarsi maggiormente sul risultato della gara senza tralasciare del tutto la multidisciplina , ma facendo molta attenzione a gestire al meglio i carichi di allenamento per gestire le seduta specifica ai ritmi richiesti e voluti. Ecco di seguito un esempio di programmazione periodo specifico.
1
Corsa lenta
Nuoto
Bike da strada
riposo
Ripetute pianura
Nuoto
Medio o Lungo
2
Fartlek
Nuoto palestra
Corsa Media
riposo
Interval training
Nuoto
Corsa Specifica
3
Corsa lenta
Nuoto
Bike da strada
riposo
Ripetute Pianura
Nuoto
Lungo  o Medio
4
Fartlek
Nuoto
corsa lenta
riposo
fartlej
Nuoto
Corsa specifica
1
Corsa lenta
Nuoto o riposo
Ripetute Lunghe
riposo
Progressivo
riposo
Ritmo gara
2
Fartlek
Nuoto o riposo
Corsa Media
riposo
Variazioni di ritmo
riposo
Gara
3
Corsa lenta
Nuoto o riposo
Ripetute Lunghe
riposo
Progressivo
riposo
Ritmo gara
4
Fartlek
Riposo
corsa lenta
riposo
fartleK
riposo
Gara
Nel periodo agonistico invece si consiglia di concentrarsi prevalentemente sulla corsa , tralasciando le altre attività per recuperare energie preziose per poter gestire la gara, o le gare previsti al massimo del proprio potenziale. Quindi il periodo agonistico è l’unico periodo ove si consiglio l’eliminazione del 80% delle attività della multisciplina, si può svolgere qualche seduta di nuoto, e la domenica si svolgono allenamenti specifici a ritmo gara in base all’obiettivo, oppure si gareggia. Ecco di seguito un esempio

Riassumendo, sicuramente si può affermare che la Multisciplina, il Muntisport o cross training che dir si voglia, è un ottimo metodo per allenarsi al meglio, migliorare la propria condizione fisica, avere sempre motivazioni ed obiettivi per allenarsi al meglio e sempre, ottenendo dei benefici in termini di benessere e prestazione .
Buona corsa 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO