CULSON ILLUMINA IL MEETING DI PONCE

Javier Culson, due volte medaglia d’argento ai Mondiali sui 400 ostacoli nel 2009 e nel 2011, era la stella più attesa del meeting di Ponce  a Portorico, tappa del World Challenge della IAAF e non ha tradito le attese degli 11000 presenti allo Stadio Francisco Montaner vincendo i 400 ostacoli in 48”00, nuova migliore prestazione mondiale dell’anno e seconda migliore prestazione della sua carriera dopo il 47”72 stabilito sempre in questo meeting. Culson ha battuto il trinidegno Jehue Gordon  (quarto ai Mondiali di Berlino 2009 a 17 anni), secondo in 48”89 e l’ex primatista stagionale Bershawn Jackson (48”96).
di Diego Sampaolo

“E’ davvero speciale gareggiare in questo meeting davanti al pubblico di casa e questa vittoria mi da fiducia in vista delle Olimpiadi”, ha detto Culson. “Sto lavorando per sentire l’inno portoricano a Londra”.
La copertina in campo femminile spetta alla medaglia di bronzo mondiale dei 60 metri indoor ed ex campionessa del mondo del salto in lungo Tianna Madison che ha realizzato la doppietta sui 100 metri e sui 200 metri con prestazioni cronometriche ottime come 11”01 sui 100 metri e 22”37 sui 200 metri. Non appagata di questi bei successi ha gareggiato anche nel salto in lungo dove si è classificata terza con 6.48 nella gara vinta dal bronzo mondiale del salto triplo Caterine Ibarguen con la misura di 6.66.
Grande sorpresa nei 110 ostacoli dove lo statunitense Ryan Wilson si imposto in 13”43 davanti al al campione del mondo di Daegu Jason Richardson (13”43) e al campione olimpico Dayron Robles (13”47) in una gara condizionata dal vento contrario. David Payne, argento olimpico a Pechino, ha vinto la serie B in 13”45. La britannica Tiffany Porter, argento ai Mondiali Indoor sui 60 ostacoli, ha avuto la meglio sui 100 ostacoli in 12”79 su Kirsti Castlin (12”91).
Gli altri risultati più interessanti del meeting di Ponce sono stati il 45”15 del bahamense Demetrius Pinder nei 400 (dove il campione del mondo indoor Nery Brenes ha concluso al terzo posto in 45”51), il 50”72 di Natasha Hastings nei 400 femminili e il 5.60 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO