10 MIGLIA DEL MONTELLO, QUANDO LA CORSA DA’ SPETTACOLO


Domenica 6 maggio l’ottava edizione della manifestazione organizzata da Salvatore Bettiol e Bruna Genovese. L’iridato Calcaterra sfida le stelle di casa, Paolo Zanatta e Simone Gobbo. Sommaggio, Ricotta, Carlin e Sanna per il podio femminile. Partenza alle 9.30 da Volpago 

C’è il “tassista volante”, Giorgio Calcaterra, fresco del titolo mondiale (il terzo, dopo Tarquinia 2008 e Winschoten 2011) conquistato a Seregno nella 100 km.
E ci sono tanti bei nomi dell’Italia che corre: dall’esperta Silvia Sommaggio, classe 1969, ad altre due stelle dell’ultramaratona azzurra, come Monica Carlin e Paola Sanna. A Giovanna Ricotta, l’iscritta dell’ultima ora, un’atleta adattissima alla distanza e forse la più accreditata pretendente alla vittoria in campo femminile. 
Tra gli uomini, Calcaterra a parte, faranno passerella anche tre stelle di casa: Paolo Zanatta, Simone Gobbo e lo junior Dylan Titon. Un trio di volpaghesi doc che punta decisamente al podio, soprattutto i primi due, reduci rispettivamente dal terzo e quarto posto della Corritreviso.
Mentre davanti si correrà per definire la successione al marocchino Tyar e alla Straneo, vincitori dell’edizione 2011, la domenica della 10 Miglia del Montello sarà soprattutto una festa per tantissimi podisti di livello amatoriale. 
Gli organizzatori Salvatore Bettiol e Bruna Genovese, insieme al Montello Runners Club, ne attendono al via almeno un migliaio, equamente divisi tra la gara nazionale Fidal sui 16,090 km e la prova a carattere non competitivo sulla distanza di 10 km che porterà i partecipanti nel cuore del Montello.
Dedicata ad Andrea Condotta, sfortunato podista e volontario dell’organizzazione scomparso nel 2009 durante un allenamento in montagna, la 10 Miglia del Montello quest’anno proporrà un percorso nuovo di zecca: una sorta di anello allungato che si svilupperà ai piedi del Montello, percorrendo anche il classico Stradon del Bosco,  con partenza e arrivo nella rinnovata piazza di Volpago, nei pressi del Municipio. 
“Un tracciato bellissimo, per nulla impegnativo e molto scorrevole”, l’ha definito Bettiol che sulle strade del Montello, al pari di Bruna Genovese, ha costruito la sua grande carriera. Il via alle 9.30, cinque minuti più tardi scatterà anche la prova aperta a tutti. Sulla linea di partenza, ma solo per tenere a bada gli atleti sino al momento dello sparo, anche una mezza dozzina di atlete della nazionale di rugby. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO