ANNUNCIATO IL CAST DEL COMPEED GOLDEN GALA

“Via Condotti in 9”58”. Così recita il manifesto ufficiale del Compeed Golden Gala in programma il prossimo 31 Maggio all’Olimpico di Roma.
L’immagine di Usain Bolt in azione con la maglia della Giamaica e il pettorale del Golden Gala 2012 con lo sfondo della città eterna sarà ben visibile nella capitale nelle prossime settimane per promuovere il meeting romano, terza tappa della Diamond League 2012 e primo appuntamento sul suolo europeo dopo Doha (11 Maggio) e Shanghai (19 Maggio).
di Diego Sampaolo

Il manifesto che raffigura Bolt gioca sul doppio significato di condotti dal verbo condurre per dire che Bolt contribuirà a rendere più veloce il traffico cittadino e il riferimento a Via Condotti, una strada nel centro della capitale.

 La trentaduesima edizione del Golden Gala rinnova lo stretto legame tra la capitale e l’atletica. Sarà un’edizione speciale per la presenza di Usain Bolt che tornerà a Roma per il secondo anno consecutivo dopo la sofferta vittoria in 9”91 sul connazionale Asafa Powell. Le due star giamaicane daranno vita ad una sorta di rivincita della passata edizione dove il triplo campione europeo Christophe Lemaitre si classificò terzo in 10”00. Anche il giovane talento di Aix Les Bains sarà in pista all’Olimpico contro Bolt e Powell in una serata che promette scintille. L’obiettivo degli organizzatori è quello di abbattere il record di 47000 spettatori accorsi lo scorso anno per assistere alla volata di Bolt che lo scorso anno debuttò sul suolo italiano.

Grazie anche ai prezzi abbastanza popolari in confronto a quelli più esorbitanti di altri meeting della Diamond League (30 euro per l’ambitissima Monte Mario arrivi, 15 euro per la Monte Mario Arrivi e 5 euro per le curve) il record di affluenza potrebbe venire letteralmente polverizzato.

 Il Golden Gala non sarà solo Bolt. Il meeting romano presenta infatti un cast molto ricco con campioni olimpici, mondiali e europei in tutte le gare. Sono stati annunciati sessanta nomi stellari che daranno vita ad un meeting degno della tradizioni. Tra i protagonisti che hanno confermato la loro presenza sono da citare la doppia campionessa del mondo dei 5000 e dei 10000 metri Vivian Cheruiyot opposta all’ex campionessa olimpica di Atene 2004 Meseret Defar, il campione del mondo dei 400 ostacoli David Greene contro l’ex iridato di Helsinki 2005 Bershawn Jackson e una grande gara di asta maschile con tutto il podio di Daegu (l’oro polacco Pawel Woichechowski, l’argento cubano Lazaro Borges e il bronzo francese Renaud Lavillenie, campione del mondo indoor a Istanbul).

Negli 800 metri Caster Semenya farà il debutto a Roma contro la campionessa mondiale di Daegu Mariya Savinova e le keniane Janeth Jepkosgei (oro mondiale a Osaka 2007) e Pamela Jelimo (oro olimpico a Pechino e campionessa mondiale indoor a Istanbul oltre che vincitrice a Roma nel 2008). Altri campioni del mondo di Daegu saranno Ezekiel Kemboi nei 3000 siepi (contro l’oro olimpico Brimin Kipruto e Paul Kipsiele Koech) e il gigante tedesco del disco Robert Harting nel disco contro il campione europeo Piotr Malachowski e il campione olimpico di Pechino Gerd Kanter).

Spettacolo assicurato nei 400 ostacoli femminili con la campionessa mondiale e primatista statunitense Lashinda Demus, la vincitrice delle prime due edizioni della Diamondi League Kaliese Spencer e la campionessa olimpica Melaine Walker. Nel peso saranno da seguire da vicino la campionessa olimpica e mondiale Valerie Adams e la campionessa europea Nadezhda Ostapchuk. Simona La Mantia testerà la sua condizione contro la britannica di origine cubana Yamilé Aldama, iridata indoor a Istanbul a 39 anni. Il giavellotto femminile promette grandi misure con la campionessa mondiale Mariya Abakumova e la vincitrice dell’ultima Diamond League Christina Obergfoll. Alla conferenza stampa hanno partecipato anche lo staffettista azzurro Simone Collio, argento europeo nella 4×100 a Barcellona e la fidanzata Ivet Lalova, finalista olimpica a Atene 2004 e a Daegu 2011 sui 100 metri. La Lalova gareggerà nei 100 contro le giamaicane Shelly Ann Fraser, Sherone Simpson e Kerron Stewart, mentre Collio disputerà la staffetta 4×100 con l’Italia nella gara inserita a fine meeting per consentire agli azzurri di effettuare un test in vista degli Europei e delle Olimpiadi.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA 10a CRAI CAGLIARIRESPIRA 2017 ANCHE LA 2a EDIZIONE DELLA KARALISTAFFETTA, PER CORRERE…IN COPPIA!
SPORTWAY LAGO MAGGIORE MARATHON: ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
CMP TRAIL: SI CORRE L’8 OTTOBRE!
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO