MEUCCI QUARTO DI SEMPRE IN ITALIA

Straordinario Daniele Meucci nei 10000 metri al Payton Jordan Invitational di Palo Alto in California, tradizionale festival del mezzofondo prolungato di fine Aprile.
L’atleta pisano ha corso in un eccellente 27’32″86, miglior tempo europeo dell’anno, classificandosi quarto alle spalle del canadese Cameron Levins, vincitore in 27’27″96 (con un ultimo giro in 55 secondi) davanti al keniano di stanza negli Stati Uniti Sam Chelanga (27’29″82) e a Chris Derrick (27’31″38). Come da tradizione la gara californiana dedicata alla memoria del manager Kim McDonald ha fatto registrare una grande abbondanza di prestazioni. Diciassette atleti sono scesi sotto i 28 minuti e venticinque hanno corso in meno di 28’30”.

di Diego Sampaolo
Nella storia del mezzofondo azzurro solo Salvatore Antibo, recordman italiano con il 27’16″50 ottenuto a Helsinki nel 1989 e autore di altri cinque tempi sotto i 27’30” nei suoi anni d’oro tra il 1988 e il 1991, Francesco Panetta, secondo delle liste italiane all-time con 27’24″16 ottenuto nella gara del record italiano di Antibo a Helsinki e Venanzio Ortis, vincitore agli Europei di Praga 1978 con 27’31″48, hanno corso più velocemente di Meucci.

L’ingegnere pisano, allenato da Massimo Magnani, ha superato nelle liste all-time un mito dell’atletica italiana come Alberto Cova, campione olimpico di Los Angeles 1984 e mondiale di Helsinki 1983, che realizzò 27’37″59 a Losanna nel 1983. Dietro a Meucci ci sono altri nomi importanti del firmamento del mezzofondo prolungato azzurro come Franco Fava, Stefano Mei, Stefano Baldini e Marco Mazza. 
Meucci ha percorso la prima metà gara in 13’55” che forse gli ha precluso un tempo ancora più veloce ma la sua gara é stata in crescendo con una seconda metà gara in 13’37”.

Le speranze di vedere Meucci tra i protagonisti agli Europei di Helsinki e alle Olimpiadi di Londra sono più che fondate. Con un tempo come quello realizzato a Palo Alto Meucci può puntare al podio a Helsinki due anni fa dopo il bronzo a Barcellona. Il tempo realizzato in California vale soprattutto il minimo A per Londra dove potrà puntare ad un buon piazzamento tra i primi dieci dopo il decimo posto ai Mondiali di Daegu 2011. Il risultato di Palo Alto dimostra che l’atleta cresciuto con Luigi Principato e ora seguito da Massimo Magnani é cresciuto di livello e potrà recitare la parte del protagonista almeno a livello europeo, anche se i marziani africani sembrano appartenere ad un altro pianeta. 
Nella gara di Palo Alto va registrato anche il minimo per gli Europei di Stefano La Rosa che ha corso in 28’13″62 che gli ha permesso di classificarsi al ventiduesimo posto. Ora nell’agenda di Meucci sono in programma un 10 km a Central Park a New York il 12 Maggio e la Coppa Europa dei 10000 metri a Bilbao il 3 Giugno.

Il meeting di Palo Alto ha fatto registrare sei migliori prestazioni dell’anno. La migliore prestazione del meeting a livello assoluto é stata realizzata dalla kenyana Sally Kipyego sui 5000 metri in 14’43″11. Alle sue spalle si sono classificate Julia Lucas (15’08″52), Julie Culley (15’13″87), Barbara Parker (15’14″87) e l’ex campionessa europea juniores di cross Stephanie Twell (15’15″24).

Lopez Lomong ha vinto i 5000 metri in 13’11″63 nonsostante un errore clamoroso ad un giro dalla fine quando ha iniziato a festegiare credendo che la gara fosse finita malgrado mancasse un giro alla fine. Ottimo il 31’15″97 della kenyana Betsy Saina sui 10000 metri. Il britannico Andy Baddeley si é imposto sui 1500 metri in 3’35″19. I 1500 metri femminili sono andati apannaggio di Anna Pierce in 4’07″00.   

One Response

  1. Marco T. 01/05/2012

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Monte Rosa Walser Trail 2018. – Numeri e livello per un edizione sempre più internazionale
22 Settembre, nasce il Trieste Urban Trail
Convocati gli azzurri per i mondiali 100km. Però manca…
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni
#Pastaparty con Davide Beccaro di Sziols, occhiali per l’outdoor con caratteristiche molto speciali