LO SPETTACOLO DELLE PENN RELAYS

Tra le tante riunioni statunitensi in pista che stanno caratterizzando questo fine settimana spicca la 118^ edizione delle Penn Relays di Phiadelphia, storico meeting di staffette che apre tradizionalmente la stagione dell’atletica statunitense.
In una bella festa di sport oltre 112000 spettatori hanno assistito alle tre giornate del celebre meeting di staffette che ogni anno vede opposte le staffette statunitensi ai quartetti di tutto il mondo in una sora di USA vs The World. Il programma si è aperto con le gare universitarie e si è concluso con il clou rappresentato dalle staffette.
di Diego Sampaolo

Le staffette statunitensi ricche di grandi campioni hanno dominato il confronto vincendo tutte le sei staffette in programma. Tra i risultati brilla soprattutto l’eccellente 42”19 di inizio stagione della 4×100 femminile statunitense (Tianna Madison, Allyson Felix, Bianca Knight e Carmelita Jeter) che ha nettamente battuto la Giamaica (Sherone Simpson, Kerron Stewart, Alleen Bailey e la campionessa olimpica dei 100 metri Shelly Ann Fraser), finita molto distante in seconda posizione in 43”31. La Felix, che correrà i 100 metri nella prima tappa della Diamond League a Doha contro Veronica Campbell Brown, ha corso anche la 4×400 con una formazione stellare formata anche da Francena McCorory, Natasha Hastings e la campionessa mondiale indoor di Istanbul Sanya Richards Ross, autrice di una frazione in 49”5). La formazione USA Red ha battuto di cinque secondi la Giamaica (3’26”55) e USA Blue (3’27”08).
La formazione USA Red con Mike Rodgers, Justin Gatlin, Darvis Patton e Walter Dix si è imposto nella 4×100 in 38”40 su un quartetto giamaicano privo dei big Usain Bolt, Yohan Blake e Asafa Powell ma con Nesta Carter, Marvis Anderson, Lerone Clarke e Oshane Bailey) che ha concluso in seconda posizione in 38”98. Una seconda formazione denominata Usa Blue formata da Ivory Williams, Shawn Crawford, Trell Kimmons e Ryan Bailey ha fatto però meglio nella seconda serie correndo in 38”47.
Bershawn Jackon ha pilotato con una frazione in 44”2 il tema USA Red (con Calvin Smith, Angelo Taylor e il campione olimpico in carica dei 400 Lashawn Merritt) alla vittoria in 3’00”15 sulle Bahamas (3’00”56). Il campione del mondo di Daegu 2011 Kirani James ha corso una frazione della staffetta di Grenada in 43”8. Nella staffetta mista “medley” Bernard Lagat corre la frazione del miglio in 3’57”2 ma il suo team USA Red viene battuto da USA Blue che si impone in 9’19”31.
DRAKE RELAYS: WALLACE SPEARMON 20”02
Alle Drake Relays di Des Moines brilla la stella di Wallace Spearmon che, nonostante condizioni climatiche tutt’altro che favorevoli, ha battuto il record del meeting detenuto da Michael Johnson che nel 1997 ottenne 20”05. “Puntavo ad un tempo sotto i 20 secondi ma faceva troppo forte”, ha detto Spearmon che nel 2012 ha già corso in 19”95. Davvero un grande ritorno per Spearmon che nel 2011 era stato costretto ad un periodo di stop per un infortunio.
Nell’alto femminile Chaunte Lowe, campionessa del mondo a Istanbul, sale fino a 1.98 ma deve arrendersi alla quota di 2.01. Tra gli altri risultati delle Drake Relays spiccano soprattutto il 4.65 di Jenn Suhr nel salto con l’asta (con tre tentativi falliti a 4.80), il 21.31 di Ryan Whiting, una bella gara di 100 ostacoli femminili vinta di Kristli Castlin in 12”75 sulla campionessa mondiale universitaria e NCAA Nia Ali (12”87), il 13”20 con il quale Ryan Wilson ha battuto Omo Osaghae (13”24) e l’intramontabile Terrence Trammell (13”36) nei 110 ostacoli e il 49”02 nei 400 ostacoli del portoricano Javier Culson, argento mondiale.
                                                                                 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli