ESORDIO VIZZONI AL TROFEO LIBERAZIONE (fonte FIDAL)

25 aprile, come tradizione, nel segno del Trofeo della Liberazione con riunioni in pista in diverse località d’Italia. A Siena, immancabile presenza del vicecampione europeo del martello, Nicola Vizzoni (Fiamme Gialle) che, nonostante qualche fastidio fisico patito nei giorni scorsi, non ha rinunciato all’esordio stagionale, piazzando un miglior lancio di 74,16 (serie 72,21 – 74,01 – 74,16 – 71,35 – 72,27 – 72,28).

Il finanziere toscano fa così meglio del 73,36 ottenuto a marzo in Coppa Europa e ottiene una prestazione al di sopra del minimo olimpico B (74,00) per Londra, dopo aver ripetutamente superato, nel 2011, i 78 metri dello standard A. Sulla sua scia, si migliora anche la promessa Gianlorenzo Ferretti (Atletica Firenze Marathon), 66,74. Nelle altre gare – dopo una mattinata dedicata alle categorie esordienti con centinaia di bambini in pista e pedane – a segno la velocista, argento europeo e record italiano con la 4×100 a Tallinn 2011, Irene Siragusa (Atletica 2005) che porta il personale dei 100 a 11.86 (-0,1). Tra i cadetti, bene il campione italiano di cross Yohannes Chiappinelli (Montepaschi Uisp Atletica Siena) che nei 1000 metri corre in solitario il nuovo limite regionale di categoria, 2:32.65. 

Velocisti protagonisti anche a Modena dove il rettilineo dei 100 metri registra gli sprint vincenti della junior Judy Ekeh (Reggio Event’s), 11.64 (+1.3), e Mario Brigida (Bruni Pubbl. Vomano), 10.42 (0.0), entrambi al personale. L’ex allievo, primatista nazionale under 18 delle barriere alte, Lorenzo Perini(OSA Saronno) si cimenta e vince sugli ostacoli da 106 cm con 14.32 (+0.9).

Judy Ekeh (foto Colombo/FIDAL)Judy Ekeh (foto Colombo/FIDAL)
Al femminile, la più veloce è Sara Balduchelli (Camelot), 13.91 (+1.5) nei 100hs, mentre nella categoria Allieve, 14.11 (+0.8) per Virginia Morasutti (Assindustria Sport Padova). I 400 metri vinti dalla promessa Marta Maffioletti (Camelot) in 55.20, vedono il debutto sul giro di pista dell’allieva Eleonora Vandi(Atl. Avis Macerata), seconda assoluta in 55.34. Nell’alto, la promessa – nel 2010 argento mondiale junior – ElenaVallortigara (Forestale), rientra alle competizioni con la vittoria ad 1,82, dopo il lungo periodo di recupero dall’intervento a cui si era sottoposta lo scorso anno. Seconda Chiara Vitobello(Camelot), 1,79. Tra gli uomini, esordio all’aperto con 2,21 per Filippo Campioli (Esercito) e, nell’asta, successo a quota 5,42 per Matteo Rubbiani (Aeronautica).. Nel disco successi per lo junior Martin Pilato (Atl. Ravenna), 47,08 con l’attrezzo da 2kg, e l’allievo Andrea Caiaffa (Fiamme Oro), 54,03 con quello da 1,5 kg. Alla promessa Sara Pizi (Tecno Adriatletica Marche) il martello femminile lanciato a 60,15 davanti al 57,87 della junior FrancescaMassobrio (CUS Torino). Tra le under 18, invece, la martellista Noa Ndimurwanko (GS Valsugana Trentino) arriva a 51,22 (3kg) e Virgina Braghieri (Atl. Piacenza) scaglia il peso a 13,09.    
Ieri, martedì 24 aprile, a Rieti giornata di gare sotto la pioggia con il 17.61 (-0.4) sui 150 metri dell’ostacolista tricolore Marzia Caravelli (CUS Cagliari) e il 33.69 sui 300 del quattrocentista, bicampione italiano assoluto indoor, Lorenzo Valentini (Stud. CaRiRi). In Piemonte, a Villanova d’Asti, il 1° Trofeo di Primavera contraddistinto dall’11.82 (+0.8) sui 100 metri di Martina Amidei (Cus Torino) a sei centesimi dal personale.
Elena Vallortigara (foto Colombo/FIDAL)Elena Vallortigara (foto Colombo/FIDAL)
Il giorno precedente a Torino, nel corso della fase zonale degli Giochi Sportivi Studenteschi, il primatista italiano junior dei 400 metri Michele Tricca (Fiamme Gialle/LC Rosa di Susa) ha vinto i 100 metri in 10.7.
JUNIOR MEETING – Sono giovani, ma cresceranno. Intanto, però, oltre che come atleti, danno buona prova di sé come organizzatori. Lo spirito dello Junior Meeting, da 11 edizioni, è sempre lo stesso: atleti tutto l’anno, i giovani della Silca Conegliano, per un giorno, passano dall’altra parte della barricata e fanno esperienza con le difficoltà, i problemi, ma anche le soddisfazioni che accompagnano l’impegno organizzativo. Circa 400 atleti hanno fatto passerella allo stadio comunale di Conegliano. Era il ritorno di una gara di atletica al “Narciso Soldan”, dopo il black-out della scorsa stagione dovuto alle cattive condizioni dell’impianto. Sono state quattro ore di spettacolo, all’insegna dei giovani. La junior vicentina Silvia Pento ha vinto gli 800 in 2:14.54, confermando i progressi mostrati nel 2011 da allieva. Un po’ come l’under 18 montebellunese Carolina Michielin, scesa a 2:17.49 sul doppio giro di pista. Un’altra promettente mezzofondista berica, Elena Bellò, si è imposta nei 1000 cadette in 2:57.69. E, a proposito di giovanissime, la trevigiana Nikol Marsura ha dominato i 1000 ragazze: con 3:10.97 ha realizzato, tabelle di punteggio alla mano, il miglior risultato tecnico del meeting. Lo junior trevigiano Diego Benedetti si è ulteriormente migliorato nel peso, portandosi a 14,86, 7 centimetri più di quanto realizzato domenica scorsa a Treviso. Bella prova anche per la cadetta vicentina Ilaria Casarotto, arrivata a 37.03 nel giavellotto. Minimo paralimpico infine per il bellunese Davide Dalla Palma, atleta che corre con una menomazione ad un braccio: con 4:06.81 nei 1500, Londra è più vicina.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli