CAMELOT ATLETICA: 100 TITOLI ITALIANI

MA IL MEETING NOTTURNA E’ A RISCHIO, SOLO LA REGIONE SI ATTIVA
Sono cento i titoli italiani in atletica leggera che oggi le atlete della Camelot hanno festeggiato  a Palazzo Cusani di Milano unitamente agli scudetti tricolori invernali indoor e di cross. 

Presenti all’evento il presidente della società Franco Angelotti, il presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni, il presidente onorario Mario Mauro ed il Presidente del Coni Milano Filippo Grassia. Nel corso della celebrazione del 100esimo trionfo targato Camelot, maturato in appena 11 anni di attività, numeri da record, è emersa una notizia che preoccupa il mondo dell’atletica nazionale ma non solo: la Notturna di Milano rischia di scomparire in questo 2012. La famosa manifestazione di atletica leggera che ha ospitato campioni olimpici e mondiali, giunta lo scorso anno alla dodicesima edizione , non ha i fondi necessari per prendere il via e rischia d’essere cancellata e così far sparire l’atletica internazionale dal capoluogo lombardo.
Comune di Milano e Provincia non giungono in aiuto, e solo Regione Lombardia si attiva. Proprio Formigoni ha dichiarato: “Bisogna salvare la Notturna, è troppo importante, giungono atleti da tutto il mondo ed è un momento di promozione fondamentale per la regina degli sport. E’ la seconda manifestazione più importante in Italia dopo il Golden Gala di Roma. La Regione è vicina nonostante la crisi, ma anche i privati devono capire l’importanza di investire nello sport e nell’atletica. E’ necessaria una sponsorizzazione da parte di privati, noi siamo pronti a fare la nostra parte,”. 
A fargli eco Franco Angelotti, presidente di Camelot e patron della Notturna: “Trovare sponsor è sempre più difficile, Comune e Provincia latitano, non capiscono che lo sport è un investimento e non un costo. Cerchiamo di mantenere a Milano un appuntamento così importante, ma al momento c’è appena il 10% di possibilità che la Notturna si svolga. Dal Comune ci è stato detto che forse sapremo a giugno se ci sono o meno fondi per lo sport e gli eventi, ma i tempi sono troppo stretti per operare, ringrazio la Regione che si ha confermato grande disponibilità ed attenzione”. 
Anche Filippo Grassia esprime vicinanza alla questione: “Senza grandi manifestazioni è difficile portare i giovani allo sport ed avvicinarli alle discipline. Abbiamo bisogno della Notturna per avvicinare i ragazzi all’atletica, grazie al richiamo anche internazione che ha l’evento. E’ necessario che ci siano privati che aiutano lo sport”. Infine Mario Mauro: “Una manifestazione come la Notturna è importante. Lo sport fa crescere i giovani. Anche la UE si sta muovendo in questo senso e sta sviluppando un interesse per lo sport che rappresenta correzione per il nostro welfare e prevenzione ai problemi di salute”.
Rimane la soddisfazione per il centesimo titolo italiano ed una grande preoccupazione per il rischio di veder scomparire l’unico meeting d’atletica in programma nella città che con l’Arena ha uno stadio storico per lo sport italiano.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
2-3-4 marzo: Timing Data Service ti porta a correre a…
RUN4ME Lierac: partecipa anche tu agli allenamenti indoor
Treviso Marathon, i master in gara per i titoli tricolori
Abbigliamento Accessori Calzature
Tutto sulle nuove adidas UltraBOOST e UltraBOOST X
Correre con il passeggino? Ora è ancora più facile
Da 1 a 21… Ecco la nuova Mizuno Wave Rider