STRAMILANO: ITALIA PROTAGONISTA



Italiani protagonisti alla Stramilano 2012. Stamattina sui 21,097 km del capoluogo lombardo la prima donna al traguardo è stata Valeria Straneo in 1h08:48. La portacolori del Runner Team 99 è arrivata a 21 secondi dal record italiano (1h08:27) stabilito ad ottobre 2011 da Nadia Ejjafini, precedendo il bronzo continentale di maratona Anna Incerti che conferma il secondo posto della passata edizione in 1h10:36.

Al terzo posto Marcella Mancini (1h15:31). Si ripete, quindi, il verdetto già emerso un mese fa alla RomaOstia dove l’alessandrina si era laureata campionessa italiana di mezza maratona in 1h07:46 (crono non ratificabile come primato nazionale per le ben note caratteristiche del percorso) a fronte dell’1h08:18 ottenuto dalla siciliana delle Fiamme Azzurre. Oggi il vantaggio della Straneo ha iniziato a delinearsi da metà gara, 32:20 a 32:42 al 10° km, per poi incrementare nel tratto successivo (48:43 a 49:39 al 15° km) fino al traguardo con le due atlete staccate di poco più di 2 minuti.

Valeria Straneo e Anna Incerti in gara alla Stramilano (foto Colombo/FIDAL)

La Straneo è così diventata anche la prima italiana a vincere la Stramilano internazionale. Prossimo impegno della piemontese sarà il 15 aprile (dieci giorni dopo il suo trentaseiesimo compleanno) alla maratona di Rotterdam dove punta dichiaratamente ad un crono (nel 2011 a Berlino è già scesa sotto il minimo olimpico in 2h26:33) che ribadisca le sue ambizioni azzurre per correre i 42,195 km anche a Londra.

Al maschile, grande giornata per Andrea Lalli, secondo in 1h01:11 con il vecchio limite personale demolito di 1 minuto e 21 secondi. L’anno scorso, il molisano delle Fiamme Gialle aveva fatto proprio qui l’esordio in mezza maratona chiudendo sesto in 1h02:32. Stavolta ad aggiudicarsi la gara, per appena quattro secondi, è stato l’etiope Jacob Yarso Kintra, specialista dei 3000 siepi quarto a Pechino e quinto ai Mondiali 2009 di Berlino, davanti a tutti in 1h01:07. Terzo il keniano Kiprop Limo, 1h02:30.

Andrea Lalli (foto Colombo/FIDAL)

Era dal 2006 che un azzurro non saliva sul podio della Stramilano, l’ultimo a farlo era stato l’olimpionico Stefano Baldini, terzo nel 2006. Oggi Lalli è rimasto sempre nel gruppo di testa con passaggi da 28:48 ai 10 km e 43:22 cinque chilometri più avanti.   

Stramilano 2012

Ordine d’arrivo – Uomini: 1. Jacob Yarso Kintra (ETH) 1h01:07, 2. Andrea Lalli (Fiamme Gialle) 1h01:11, 3. Kiprop Limo (KEN) 1h02:30, 4. Geoffrey N. Gikuni (KEN) 1h03:15, 5. Alexey Reunkov (RUS) 1h04:14, 6. Martin K. Torotich (UGA) 1h05:26, 7. Giovanni Auciello (SM Esercito DAR) 1h05:40, 8. Denis Curzi (Carabinieri) 1h05:42, 9. Daniele Caimmi (Fiamme Gialle) 1h05:51, 10. Paolo Finesso (Ginnastica Comense 1872) 1h06:20; Donne: 1. Valeria Straneo (Runner Team 99) 1h08:48, 2. Anna Incerti (Fiamme Azzurre) 1h10:36, 3. Marcella Mancini (Runner Team 99) 1h15:31, 4. Elisa Stefani (Fanfulla Lodigiana) 1h15:46, 5. Elisa Cesari (Esercito Sport & Giovani) 1h17:09, 6. Irene Antola (Atl. Livorno) 1h18:38, 7. Therese Nordstrom (SWE) 1h18:56, 8. Claudia Gelsomino (Atl. Palzola) 1h20:14, 9. Elisa Gabrielli (Brugnera Friulintagli) 1h23:58, 10. Donatella Vinci (Road Runners Club Milano) 1h24:02
Fonte Fidal

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre