LONGOSIWA E JEPLETING TRIONFANO A SAN VITTORE OLONA – BENE ROMAGNOLO

La Cinque Mulini si é vestita a festa per il suo ottantesimo compleanno. Sono passati ottant’anni dalla prima edizione nata da un’idea di Giovanni Malerba, ma il suo fascino rimane immutato. Neanche la Seconda Guerra Mondiale riuscì a fermare la mitica corsa dei mulini unica nel suo genere nel mondo

La gara di San Vittore Olona è andata ai keniani Thomas Longosiwa e a Prisca Jepleting Cherono ma ci sono stati segnali incoraggianti anche in chiave italiana con un’ottima Elena Romagnolo, seconda al traguardo alle spalle di Prisca Jepleting, bronzo mondiale in pista sui 5000 metri a Osaka 2007 e quarta sui 10000 metri a Daegu 2011 oltre a un bronzo ai Mondiali nel cross corto nel 2006 e quinta nell’ultima edizione di Punta Umbria 2011.
Thomas Longosiwa conosceva già la Cinque Mulini per aver gareggiato nel 2008 quando fu quarto nell’edizione vinta da Zersenay Tadese.  
Thomas Longosiwa, sesto agli ultimi Campionati del Mondo di Daegu sui 5000 metri e atleta da 12’51”95 sui 5000 metri, ha iscritto il suo nome nel prestigioso albo d’oro della Cinque Mulini vincendo sulla distanza di 10 km 30:04 con dodici secondi di vantaggio sul connazionale Bernard Rotich. Hanno completato il successo keniano William Kibor, terzo in 30’26” e Solomon Kirwa Yego, quarto in 30’36”.  Longosiwa conferma il suo ottimo momento un mese dopo aver corso i 5000 metri indoor a Dusseldorf in 12’58”67.
 “E’ stata un’ottima preparazione in vista dei 5000 metri, distanza sulla quale spero di qualificarmi per le Olimpiadi”, ha detto Longosiwa.
Il bellunese Gabriele De Nard, campione italiano a Borgo Valsugana 2012, si è ben comportato classificandosi settimo al traguardo davanti a due medagliati degli ultimi Europei di Cross di Velenje come il portoghese José Roca e il belga Atlelaw Bekele. “Ci tenevo a fare una bella gara da campione italiano di cross”, ha detto De Nard.  
Brillante in chiave italiana anche la piemontese Elena Romagnolo che ha palesato un ottimo stato di forma dopo un 2011 difficile. La biellese può ora guardare con fiducia alla stagione in pista dove punterà sui 5000 metri degli Europei di Helsinki. “Sono pienamente soddisfatta della prestazione. Vengo da un periodo difficile che sono riuscito a superare grazie al sostegno del mo allenatore Andrea Bello e della mia famiglia. Punto al minimo per gli Europei sui 5000 metri. Durante la stagione disputerò anche qualche 1500 metri”, ha detto la Romagnolo.
Prisca Jepleting, medaglia di bronzo mondiale a Osaka sui 5000 nel 2007e quarta nei 10000 metri a Daegu, ha vinto la gara femminile di 6 km due anni dopo l’ultimo successo keniano ad opera della campionessa olimpica dei 1500 metri Nancy Langat.
Diego Sampaolo







Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Sara Dossena contro tutti alla “stra”. L’Eden della corsa è a Livigno
Napoli running vuole te: Diventa volontario (e porta un amico)
Mondiali 100km, il ct Paolo Germanetto: “Niente donne e solo 5 uomini perchè…”
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni